Mostre in corso

GIANNI MORETTI
Anna – Monumento all’Attenzione

OPENING martedì 2 aprile 2019 • 18.30
03.04.2019 > 24.05.2019
via di Porta Tenaglia 1 Milano

In occasione di Miart, Montrasio Arte è lieta di presentare Gianni Moretti. Anna – Monumento all’Attenzione, responsabile del progetto Luigi Ficacci, mostra a cura di Jacopo Galimberti. L’esposizione trae origine dal progetto omonimo realizzato da Gianni Moretti a Sant’Anna di Stazzema, diretto da Luigi Ficacci, prodotto e realizzato dalla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara nell’ambito del Piano per l’Arte Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. E’ stato inaugurato il 25 aprile 2018 ed è tutt’ora in corso di installazione nel paesaggio di Sant’Anna di Stazzema (LU). Anna – Monumento all’Attenzione nasce dalla duplice necessità di ricordare e riparare, attraverso l’immaginazione, quello che la strage nazi-fascista del 12 agosto 1944 ha distrutto nella località toscana di Sant’Anna di Stazzema. A 75 anni anni dal terribile eccidio in cui persero tragicamente la vita 560 civili, in maggioranza donne e bambini, Gianni Moretti (Perugia 1978) realizza un intervento ambientale partecipato dedicato ad Anna Pardini, la vittima più giovane dell’eccidio che all’epoca aveva 20 giorni di vita. Un monumento alla memoria che vuole mettere in atto una riparazione della vita che è stata interrotta. L’opera sarà composta inizialmente da 26.919 elementi, ognuno dei quali simboleggia un giorno non vissuto della vita di Anna, dal momento della sua morte al giorno della messa in opera del monumento: 25 aprile 2018. L’intervento si sta sviluppando lungo una delle mulattiere percorse dai plotoni nazisti ma nella direzione opposta. Scendendo verso valle il monumento verrà integrato ogni anno con altri 365 elementi, disegnando un percorso di cui è noto il principio ma non la fine. Il monumento così immaginato è in grado di cambiare il proprio statuto, accompagnando il fruitore da una condizione di osservazione a una di partecipazione e attenzione. L’attenzione è un processo cognitivo che richiede alcune condizione specifiche, tra queste il fatto che il soggetto viva uno stato di prossimità e di misurabilità con l’oggetto cui presta attenzione, senza che questo venga percepito come distante, pericoloso o fuori dalla propria scala. La costruzione del monumento, totalmente libera e gratuita, avviene in collaborazione con gli abitanti del territorio, le scuole di ogni ordine e grado e con chiunque vorrà prenderne parte, dando vita a una forma che sarà definita man mano da una comunità aperta, estesa e in crescita. La mostra concepita da Gianni Moretti offrirà al visitatore la possibilità di conoscere tutte le fasi del progetto in forma di studi su carta, documentazione fotografica e video, raccolta di tutti quei materiali che ne hanno permesso la nascita e lo sviluppo. La mostra è accompagnata da un catalogo con introduzione di Luigi Ficacci, testi di Lorenzo Fiorucci, Jacopo Galimberti e Adelaide Santambrogio. In parallelo Casa della Memoria, spazio pubblico del Comune di Milano dedicato ai valori di libertà e democrazia, ospiterà un’installazione di “cardi”, elementi del monumento, appositamente pensata per lo spazio da Gianni Moretti. La mostra – a cura di Luca Pietro Nicoletti, responsabile del progetto Luigi Ficacci, in collaborazione con Montrasio Arte – inaugura mercoledì 27 marzo alle ore 17.00 e sarà aperta al pubblico fino al 21 aprile.

Gianni Moretti nasce a Perugia nel 1978. Vive e lavora tra Milano e Berlino. La sua ricerca artistica indaga organismi al limite del collasso, opera sull’ipotesi del fallimento inteso come un insieme di prove e condizioni propositive. La sua forma artistica contiene la specificità di perseguire lo srotolarsi dell’errore e l’inconscia volontà di lavorare sul falso identico ovvero sulla sedimentazione delle forme. Diplomatosi presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna, dal 2005 la sua ricerca artistica è esposta in mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

www.anna-monumentoallattenzione.net

via di Porta Tenaglia 1 – 20121 Milano
OPENING martedì 2 aprile 2019 • 18.30
03.04.2019 > 24.05.2019
mar – ven 11.00 / 18.00 – ingresso libero
t. +39 02 878448
milano@montrasioarte.com
___

CASA DELLA MEMORIA 

via Federico Confalonieri 14 – 20124 Milano
OPENING mercoledì 27 marzo • 17.00
28.03 > 21.04.2019
lun – ven 9.00 / 12.30 – 13.30 / 17.00
san – dom 10.00 / 18.00 – ingresso libero
casadellamemoria@comunemilano.it
casadellamemoria.it 

HERNÁN PITTO BELLOCCHIO
Accumulation of Tension: Breathing Panorama

Harlem Room | Montrasio Arte
via di Porta Tenaglia 1 Milano

OPENING martedì 2 aprile 2019 | 18.30
03.04.2019 > 26.07.2019

In occasione di Miart, Harlem Room è lieta di presentare Accumulation of Tension: Breathing Panorama, la prima mostra personale dell’artista cileno Hernán Pitto Bellocchio, a cura di Ilaria Despina Bozzi. Il solido grigio dell’HR si trasforma in un ambiente etereo nel quale un’installazione site-specific di leggerissimi fili bianchi disegna lo spazio verticalmente, attivandosi con il respiro dei visitatori. Attraverso l’impiego di uno spirometro che misura lo spostamento dei volumi d’aria mobilizzati dall’attività respiratoria, l’installazione risponde per mimesi alla respirazione, gonfiandosi e rilassandosi, così da rendere visibile e amplificare un’azione automatica e vitale. In mostra sono esposte inoltre una serie di opere su carta giapponese caratterizzate da un tratto fitto che non conosce pause d’incertezza, visione estetica delle infinite tensioni che regolano le relazioni. L’artista invita il visitatore a perdersi nell’apparente caos di un contro paesaggio immaginario, nell’installazione così come nei disegni. La mostra è accompagnata da un’edizione d’artista in 120 esemplari numerati e firmati. 

Hernán Pitto Bellocchio nasce a Santiago del Cile nel 1984, vive e lavora a Milano. Si forma in architettura presso la Finisterrae University a Santiago del Cile e nello studio dello scultore Javier Stitchkin. In Italia ha intrapreso la carriera professionale a La Triennale di Milano, in parallelo al Master “Idea in exhibition design. Architettura dell’esporre” al Politecnico di Milano. La sua pratica artista include madia eterogenei, quali installazioni, disegno e scultura. Privilegia la creazione di installazioni site-specific fruibili dal pubblico. Nell’agosto del 2017 ha realizzato l’installazione When the web becomes a spider presso la Collina di Loredana, parco di sculture nell’isola di Pantelleria. Tra le mostre si segnalano: Books and Foods, La Triennale di Milano 2015; When landscape becomes a memory, SPAZIO 22, Milano 2016; 2/TWO, VR Project Room, evento collaterale di Manifesta, Palermo 2018; Trespass, Castello di Lajone 2018; Moved, Montrasio Arte, Monza 2018.

Harlem Room eredita l’esperienza maturata a New York presso l’Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte, residenza internazionale per artisti sita nel quartiere di Harlem a New York. HR ha l’aspetto di un solido irregolare con una dominante in grigio perché è il colore dell’esistenza coniugata col pensiero di chi è motivato e crede nella bontà del fare. HR preserva la memoria dell’autorimessa dotata di porta basculante aperta alla strada, officina per le idee pensate ad hoc per dare spazio alla creazione e alla sperimentazione.

via di Porta Tenaglia 1 Milano
OPENING martedì 2 aprile 2019
03.04.2019 > 24.05.2019
mar – ven 11.00 / 18.00
ingresso libero t. +39 02 878448
milano@montrasioarte.com