Mostre in corso

GREGOR SAILER
The Potemkin Village

OPENING 6 giugno 2019 • 18.30
07.06 > 26.07.2019
via di Porta Tenaglia 1 Milano

Montrasio Arte è lieta di presentare The Potemkin Village, la prima mostra personale in Italia del fotografo austriaco Gregor Sailer, a cura di Adelaide Santambrogio. In seguito alle recenti esposizioni in occasione di Les Rencontres d’Arles e al Centre de la Photographie Genève, il progetto fotografico di Sailer apre al pubblico giovedì 6 giugno presso la sede milanese di Montrasio Arte. Il concetto di “Potemkin Village” può essere fatto risalire al principe Grigory Aleksandrovich Potemkin, un maresciallo russo, che per impressionare Caterina II di Russia durante un viaggio in Crimea nel 1787, fece costruire interi villaggi di cartapesta, dove attori, falsi pastori, fingevano di vivere una vita felice. Il progetto di Gregor Sailer, The Potemkin Village, che segue Closed Cities, intende mostrare questo curioso fenomeno architettonico – tra gli Stati Uniti, Europa, Svezia, Russia – analizzandolo da un punto di vista politico, militare ed economico. Esponendole allo sguardo dello spettatore, le immagini di Sailer forniscono un primo accesso al mondo dell’artificio, dei falsi e delle copie, mettendo in luce le contraddizioni, spesso assurde, della società di oggi. La mostra aderisce alla XIV edizione di Photofestival e alla III edizione di Photo Week. Si Segnala inoltre che martedì 4 giugno in occasione di Walk-In-Sudio sarà visibile presso VVV una preview della mostra.

Gregor Sailer (1980, Schwaz, Austria) vive e lavora in Tirolo, Austria. Tra il 2002 e il 2007, Gregor Sailer ha studiato comunicazione e design, con un focus sulla fotografia e il cinema sperimentale, all’università di Dortmund di scienze applicate e arti. Nel 2015 ha ottenuto un master in studi fotografici dallo stesso istituto. Gregor ha ricevuto numerosi premi internazionali e ha avuto varie pubblicazioni e mostre a New York, Washington, Parigi, Berlino, Francoforte, Colonia, Monaco, Perth, Arles, Salisburgo, Krasnoyarsk, New Delhi, Barcellona, Vienna, Praga e Budapest.

HERNÁN PITTO BELLOCCHIO
Accumulation of Tension: Breathing Panorama

Harlem Room | Montrasio Arte
via di Porta Tenaglia 1 Milano

OPENING martedì 2 aprile 2019 | 18.30
03.04.2019 > 26.07.2019

In occasione di Miart, Harlem Room è lieta di presentare Accumulation of Tension: Breathing Panorama, la prima mostra personale dell’artista cileno Hernán Pitto Bellocchio, a cura di Ilaria Despina Bozzi. Il solido grigio dell’HR si trasforma in un ambiente etereo nel quale un’installazione site-specific di leggerissimi fili bianchi disegna lo spazio verticalmente, attivandosi con il respiro dei visitatori. Attraverso l’impiego di uno spirometro che misura lo spostamento dei volumi d’aria mobilizzati dall’attività respiratoria, l’installazione risponde per mimesi alla respirazione, gonfiandosi e rilassandosi, così da rendere visibile e amplificare un’azione automatica e vitale. In mostra sono esposte inoltre una serie di opere su carta giapponese caratterizzate da un tratto fitto che non conosce pause d’incertezza, visione estetica delle infinite tensioni che regolano le relazioni. L’artista invita il visitatore a perdersi nell’apparente caos di un contro paesaggio immaginario, nell’installazione così come nei disegni. La mostra è accompagnata da un’edizione d’artista in 120 esemplari numerati e firmati. 

Hernán Pitto Bellocchio nasce a Santiago del Cile nel 1984, vive e lavora a Milano. Si forma in architettura presso la Finisterrae University a Santiago del Cile e nello studio dello scultore Javier Stitchkin. In Italia ha intrapreso la carriera professionale a La Triennale di Milano, in parallelo al Master “Idea in exhibition design. Architettura dell’esporre” al Politecnico di Milano. La sua pratica artista include madia eterogenei, quali installazioni, disegno e scultura. Privilegia la creazione di installazioni site-specific fruibili dal pubblico. Nell’agosto del 2017 ha realizzato l’installazione When the web becomes a spider presso la Collina di Loredana, parco di sculture nell’isola di Pantelleria. Tra le mostre si segnalano: Books and Foods, La Triennale di Milano 2015; When landscape becomes a memory, SPAZIO 22, Milano 2016; 2/TWO, VR Project Room, evento collaterale di Manifesta, Palermo 2018; Trespass, Castello di Lajone 2018; Moved, Montrasio Arte, Monza 2018.

Harlem Room eredita l’esperienza maturata a New York presso l’Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte, residenza internazionale per artisti sita nel quartiere di Harlem a New York. HR ha l’aspetto di un solido irregolare con una dominante in grigio perché è il colore dell’esistenza coniugata col pensiero di chi è motivato e crede nella bontà del fare. HR preserva la memoria dell’autorimessa dotata di porta basculante aperta alla strada, officina per le idee pensate ad hoc per dare spazio alla creazione e alla sperimentazione.

via di Porta Tenaglia 1 Milano
OPENING martedì 2 aprile 2019
03.04.2019 > 26.07.2019
mar – ven 11.00 / 18.00
ingresso libero t. +39 02 878448
milano@montrasioarte.com