• Carlo Dell'Amico. Basically black | Milan until May 18, 2018

 

 

Montrasio Arte nasce a Monza nel 1939, si occupa sia di arte moderna sia contemporanea con un taglio critico e innovativo mettendo in relazione aspetti differenti del mondo artistico. Agli inizi della sua storia Montrasio Arte espone l’opera di autori quali De Nittis, Fattori, Hayez, Balla, Boccioni, Bucci, Martini, Marussig e Wildt. Nel 1963 assume la direzione della galleria Alberto Montrasio (figlio del fondatore Luigi Montrasio) iniziando un ricco programma espositivo dedicato all’arte contemporanea. Tra le esposizioni più importanti ricordiamo: Renato Birolli, Alfredo Chighine, Roberto Crippa, Lucio Fontana, Fausto Melotti, Ennio Morlotti, Emilio Scanavino, Tancredi Parmeggiani; Floriano Bodini, Leonardo Cremonini, Renato Guttuso, Karl Plattner, Antonio Recalcati, Bepi Romagnoni, Giuseppe Zigaina. Dal 1990 Ruggero e Francesca Montrasio proseguono l’attività proponendo mostre di Mario Ballocco, Franco Bemporad, Joseph Beuys, Christo, Lucio Fontana, Leoncillo Leonardi, Luigi Ghirri, Dennis Oppenheim, Angelo Savelli, Salvatore Scarpitta. Sin dalla sua Fondazione Montrasio Arte collabora con Musei, Fondazioni nazionali ed internazionali. Tra le collaborazioni più recenti: “Dennis Oppenheim” (Museo Palazzo Poggi, Bologna 2018); “Salvatore Scarpitta. Racing cars” (CAM, St. Louis 2018); “Joseph Beuys. I gesti, le azioni, i documenti iconici del mitico artista tedesco” (Fondazione Ivan Bruschi, Arezzo 2016); “Bepi Romagnoni” (Galleria del Credito Valtellinese, Milano 2014); “Graham Sutherland” (Museo della Permanente, Milano 2011; Fondazione Magnani Rocca, Mamiano 2012); “Lucio Fontana” (Museo Bodini, Varese 2006); “Leonardo Cremonini” (Museo della Permanente, Milano 2002; Pinacoteca Nazionale, Bologna 2003); “Guido Marussig” (Museo Revoltella, Trieste 2003). Montrasio Arte è inoltre casa editrice per i tipi MontrasioArte Edizioni. Il catalogo include più di 100 titoli ed una ventina di pubblicazioni per Musei italiani e esteri. Le ultime edizioni “Trappolando” monografia dedicata a Fausto Melotti e “Una nota che non c’è” dedicata a Giacinto Cerone. Nel 2007 Montrasio Arte apre Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte, programma nonprofit di residenze artistiche a New York. Dall’apertura della sede milanese nel 2001, Montrasio ha prodotto, esposto e promosso il lavoro di giovani artisti, spesso messo in relazione alle opere dei grandi Maestri.

Montrasio Arte was founded in Monza in 1939. Nowadays the gallery is dedicated to curate both historic and contemporary exhibitions, which cast a critique and  innovative view on the work of established artists or artists whose works have been somewhat overlooked. At the foundation time the gallery presented mostly paintings from 19th and 20th century, as De Nittis, Fattori, Hayez, Balla, Bucci, Martini, Marussig and Wildt. Montrasio Arte in 1963 started a very rich exhibitions season oriented on Contemporary Art. The most important exhibitions, we can mention are: Renato Birolli, Alfredo Chighine, Roberto Crippa, Lucio Fontana, Fausto Melotti, Ennio Morlotti, Emilio Scanavino, Tancredi Parmeggiani; Floriano Bodini, Leonardo Cremonini, Renato Guttuso, Karl Plattner, Antonio Recalcati, Bepi Romagnoni, Giuseppe Zigaina. More recently we host the exhibitions of: Angelo Savelli, Salvatore Scarpitta, Joseph Beuys, Dennis Oppenheim. Since the foundation, Montrasio Arte collaborates with important Museums and national and international Institutions. Among the most recent collaborations: “Dennis Oppenheim” (Museo Palazzo Poggi, Bologna 2018); “Salvatore Scarpitta. Racing cars” (CAM, St. Louis 2018); “Joseph Beuys. I gesti, le azioni, i documenti iconici del mitico artista tedesco” (Fondazione Ivan Bruschi, Arezzo 2016); “Bepi Romagnoni” (Galleria del Credito Valtellinese, Milano 2014); “Graham Sutherland” (Museo della Permanente, Milano 2011; Fondazione Magnani Rocca, Mamiano 2012); “Lucio Fontana” (Museo Bodini, Varese 2006); “Leonardo Cremonini” (Museo della Permanente, Milano 2002; Pinacoteca Nazionale, Bologna 2003); “Guido Marussig” (Museo Revoltella, Trieste 2003). The Gallery is also a publishing company (Edizioni MontrasioArte). The catalogue includes more than 100 titles and about 20 publications for Italian and foreign Museums. The last one are “Trappolando”, a monography of Fausto Melotti and “Una nota che non c’è” dedicated to Giacinto Cerone. In 2007 Montrasio Arte created Harlem Studio Fellowship by Montrasio Arte, nonprofit artist in residence program in New York. Since the creation of the Milan venue in 2001, Montrasio Arte has been producing, exposing and promoting young artists’ works, often exhibiting them close to the Master’s works.