MARIO CESARE BALLOCCO (1913-2008)

Mario Cesare Ballocco nasce a Milano il 24 giugno del 1913 da Giovan Battista e da Carla Schinelli. Studia pittura con Aldo Carpi all’Accademia di Brera tra il 1934 e il 1939. Tra il 1945 e il 1948 realizza la serie di tempere intitolata Homo. Nel 1947 opera a contatto con Emilio Pettoruti e Lucio Fontana in Argentina, dove conosce anche Margherita Sarfatti. Nel 1948omincia la fase dei reticoli, delle grate e delle monadi. Tra il 1949 e il 1952 fonda e dirige a Milano la rivista “AZ arte d’oggi”, sostenendo le motivazioni dell’arte “astratta”, della funzione del colore e dell’estetica industriale. Col numero 9 di “AZ”, del novembre 1950, promuove e definisce il programma del Gruppo Origine, al quale partecipa insieme con Alberto Burri, Giuseppe Capogrossi ed Ettore Colla, che, invitati, aderiscono a tale programma. Col numero 11 di “AZ”, dell’aprile 1951, annuncia lo scioglimento del Gruppo. Col numero 12 di “AZ”, dell’aprile 1952, organizza, presso la Fiera di Milano, la “1ª mostra delle arti e dell’estetica industriale”, di cui, sotto l’egida dello stesso Ente Fiera, organizza individualmente la seconda edizione nell’aprile 1953, con l’aggiunta della “Prima Mostra storica della fotografia”. Tra il 1953 e il 1959 è consulente dell’Ente Fiera di Milano per l’estetica industriale.Nel 1957 fonda e dirige a Milano la rivista “Colore. Estetica e Logica”, con cui, attraverso l’indagine sulla problematica percettiva, pone il quesito della logica visiva; e, quale strumento di coordinamento operativo per la soluzione di problemi visivi di interesse collettivo, elabora la metodologia interdisciplinare che denomina “cromatologia”.Nel 1958 con il patrocinio dell’Ente Fiera, organizza la “Prima Mostra del Colore” al Museo della Scienza di Milano, articolandola in settori introduttivi (di fisica, di fisiologia e di psicologia) e sperimentali (luoghi di cura, di studio, di lavoro ecc.). Dal 1970 al 1974 insegna cromatologia all’Accademia Carrara di Bergamo e a Brera a Milano. Tra il 1988 e il 1991 svolge la stessa attività didattica presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. Muore a Milano sabato 25 ottobre 2008.